CHE COSA DEVO SCEGLIERE AL SORTEGGIO ?

CHE COSA DEVO SCEGLIERE AL SORTEGGIO ?

IL NOSTRO COACH

GEZI copia

EZIO GOIA

Facciamo intanto una doverosa premessa regolamentare, perché spesso quando si chiacchiera con qualche giocatore alle prime esperienze quello che emerge è che non è del tutto chiaro quali siano le opzioni consentite al capitano durante il sorteggio…

Spesso il tutto si riduce l’idea di “scegliere la palla o il campo”…ma in realtà non è proprio tutto qui.

Provo a spiegare meglio. Le opzioni che infatti il capitano che vince il sorteggio ha a sua disposizione sono infatti tre:

  1. Scelgo di servire per primo (e dovrò peraltro indicare con quale ordine di battuta tra giocatore 1 e giocatore 2)

  2. Scelgo di ricevere per primo concedendo quindi il servizio alla squadra avversaria

  3. Scelgo il lato del campo su cui iniziare il match

Nel caso venga scelta l’opzione 3 il capitano della squadra avversaria dovrà lui stesso decidere se a quel punto servire o ricevere sulla prima azione di gioco e di conseguenza nostra squadra si adatterà a tale scelta

 

Fatta questa doverosa premessa, ecco alcuni aspetti da considerare nella valutazione della scelta al sorteggio

  1. Considerare il sistema di punteggio nelle valutazioni

  2. Tenere conto che in un match ufficiale le coppie devono procedere al cambio campo durante il set ogni 7 punti (se stiamo giocando un set ai 21 punti) mentre va cambiato ogni 5 quando il set è invece al meglio dei 15 punti

  3. Tenere conto delle condizioni meteo e ambientali che possono condizionare il gioco

  4. Tenere conto delle capacità e caratteristiche del nostro team e di quello avversario

  5. Considerare gli aspetti emotivi e di contesto

 

SISTEMA DI PUNTEGGIO

E’ evidente che giocare un match con un set secco (ai 15 punti o ai 21) piuttosto che giocarsi la partita con un 2 su 3 cambia completamente gli scenari. Dunque è molto importante tenere da conto questo fattore nella scelta iniziale. 

Questa valutazione va fatta di concerto con la valutazione del punto 2 in quanto strettamente connesse.

 

CAMBIO CAMPO

In considerazione del cambio campo ogni 5 o 7 punti occorre fare qualche ragionamento per valutare al meglio quale possa essere il campo migliore da scegliere per i primi scambi.  Solitamente la scelta ricade sul campo con migliori caratteristiche “vincenti” ma non è esclusa una tattica differente in funzione delle statistiche di “durata punti” della partita…per cercare di trovarsi nel campo migliore nella fase finale del set. Ma non è assolutamente semplice prevedere questo tipo di situazione…

 

CONDIZIONI METEO E AMBIENTALI

Le condizioni meteo e ambientali possono essere elementi decisivi per la scelta del capitano. Ci sono più variabili che possono incidere:

  • Il sole: il sole in faccia è sicuramente un fastidio da considerare, soprattutto nel caso in cui uno o entrambi i giocatori della coppia avversaria non siano dotati di occhiali da sole

  • Il vento: servirebbe un capitolo a parte per descrivere le logiche di gestione del vento ma è chiaro che se il vento è sostenuto le condizioni dei due campi potrebbero non essere omogenee. Il vento potrebbe avere le seguenti direzioni:

    • Vento trasversale alla zona di gioco:
      in questo caso potrebbe non esserci un campo favorito, se non in virtu di qualche aspetto tattico relativo alle caratteristiche dei 4 giocatori in campo. La considerazione possibile da fare è che in ognuno dei 2 campi ci saranno condizioni differenti per la gestione del servizio e della fase gioco. Una tattica semplice potrebbe essere quella di servire sul giocatore che si trova dal lato in cui l’alzata del compagno ha il vento contro. Ma sul tema del vento e della sua gestione vi rimandiamo all’articolo dedicato all’argomento

    • Vento frontale alla zona di gioco:
      in questo caso se le raffiche sono regolari e frontali è molto probabile che uno dei due campi risulti favorito. Il campo con il vento contro è solitamente quello da preferire in quanto alcune tipologie di servizio (spin per esempio) potranno essere molto efficaci, inoltre la palla tende a tornare in modo semplice nel nostro campo su alzate errate o attacchi scontati

 

CARATTERISTICHE TEAM E AVVERSARI

E’ chiaro che le capacità tecniche e tattiche dei giocatori in campo sono un elemento determinante per la scelta del capitano. Le statistiche o le “sensazioni” relative agli avversari possono far scegliere di servire o ricevere proprio per provare a valorizzare i propri punti di forza ed evidenziare le debolezze avversarie. Esempio: se i miei avversari scelgono il campo per avere il vento contro, con tutta probabilità andrò a scegliere di servire per togliere almeno 1 servizio al campo “buono”

 

ASPETTI EMOTIVI e DI CONTESTO

E’ evidente che gli aspetti emotivi e il contesto della partita possono condizionare pesantemente la mia prestazione…e sicuramente possono incidere nella storia della partita.

Iniziare bene è da sempre segnale di buon auspicio, anche se la bellezza di questo sport è che giocando solitamente 2 set su 3 ogni partita può fare storia a se…e spesso l’inerzia del match può cambiare proprio per un turno vincente sul campo buono…

Sugli aspetti emotivi è chiaro che solamente il capitano e il suo compagno possono aver chiaro quali siano i propri punti di forza e non. Servire per primi mette nelle condizioni la squadra avversaria di dover dimostrare da subito la propria efficacia al cambio palla e dunque “la palla” passa subito a loro…ma per contro subire subito il punto iniziale in situazione ritenuta “favorita” costringerà ad inseguire e quindi a dover ogni volta trovarsi nella condizione di “tirare un rigore dopo che il mio avversario lo ha segnato…”

Logo-BVT-since-beacoach-bianco

I FATTORI CHE INCIDONO SULLA SCELTA DEL SORTEGGIO POSSONO ESSERE 5

le dune Beach club beinasco

LE CONDIZIONI METEO E AMBIENTALI POSSONO ESSERE ELEMENTI DECISIVI PER LA SCELTA DEL CAPITANO

FELPA

IL SOLE E IL VENTO GIOCANO UN RUOLO FONDAMENTALE

Leggins-Capri-Red-2019-Beach-Volley-Training.jpg

INIZIARE BENE È DA SEMPRE SEGNALE DI BUON AUSPICIO

LE DUNE BEACH CLUB TORINO