La storia del Beach Volley è facile, parte dalla California e arriva a Torino.


Con un po’ di fantasia dobbiamo immaginare che viaggio enorme ha fatto il beach volley dalle spiagge della California fino ai campi sotto la mole. Per quanto possa sembrare uno sport che esiste da sempre, il beach volley è uno sport decisamente giovane: la sua prima apparizione ad un evento olimpico è stato ad Atlanta, soltanto 24 anni fa.

Prendiamo uno sport vicino al beach volley, come la pallacanestro, presente ai Giochi olimpici estivi con un torneo maschile dalla XI Olimpiade di Berlino 1936. Vi fu tuttavia una prima edizione dimostrativa ai Giochi di Saint Louis 1904. A partire dai Giochi di Montréal 1976 venne organizzata l’edizione femminile. O ancora più vicino come la pallavolo che è stata ammessa nel programma olimpico a partire dai Giochi della XVIII Olimpiade di Tokyo nel 1964. Sin dalla prima edizione vengono disputati due tornei, uno riservato alle squadre maschili, l’altro alle nazionali femminili.

Risulta semplice capire quanto il Beach Volley sia uno sport giovane.

Proprio per questo ha dei vantaggi ma anche dei lati negativi: fino a pochi anni fa il beach volley era tutto ciò che veniva giocato sulla sabbia (villaggi vacanze), con un numero variabile di persone sul campo che scimmiottava la pallavolo dalle regole al punteggio; oggi, quella forma ibrida di beach volley e pallavolo sulla sabbia, si sta piano piano perdendo grazie al meticoloso lavoro che le società di beach volley stanno facendo in Italia.

Negli ultimi anni il numero di neofiti che si è avvicinato alla giovane disciplina è cresciuto vertiginosamente, dando così vita e linfa nuova a tutte le società specializzate nell’insegnamento del Beach Volley.

Le regole del beach sono in continua evoluzione, sono cambiate quelle del campo, da non sottovalutare in quanto indice di una disciplina ancora giovane e in piena evoluzione.

Dal 2011 (15 anni dopo la prima olimpiade) anche a Torino è possibile giocare a beach volley presso strutture adibite e costruite solo ed esclusivamente in funzione di questo sport.

Ci sono ancora molti passi avanti da fare sul territorio Torinese e Piemontese , ma pur non avendo il mare, l’estate californiana e la dolce brezza marina, non siamo poi messi così male!

Se la storia del beach volley ti appassiona e vuoi iscriverti ad un corso di beach volley, sei nel posto giusto!
OPPURE CLICCA QUI

 

Contatta segreteria BVT –  Segreteria +393923021280 – Mail: info@beachvolleytraining.it


DOVE TROVARE CAMPI COPERTI DI BEACH VOLLEY

Le Dune Beach Club (5 campi COPERTI INVERNALI) – SITO UFFICIALE
Monviso sporting Club (3 campi COPERTI INVERNALI) – SITO UFFICIALE
 
corsi di beach volley a torino
[cq_vc_flipboxv2 name=”SCARICA IL PDF DELL’ARTICOLO” label=”SCARICA ADESSO GRATUITAMENTE IL PDF DELL’ARTICOLO” icon_entypo=”entypo-icon entypo-icon-doc-text” isheader=”yes” headerimage=”10295″ backboxstyle=”darkgray” autodelay=”0″][cq_vc_flipboxv2_item icon_entypo=”entypo-icon entypo-icon-doc-text-inv” title=”SCARICA ORA” itemlink=”url:https%3A%2F%2Fwww.beachvolleytraining.it%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F10%2FLa-storia-del-Beach-Volley-dalla-California-a-Torino-.pdf|title:SCARICA%20ORA|target:%20_blank|”][/cq_vc_flipboxv2_item][/cq_vc_flipboxv2]

COSA SI FA IN UN CORSO DA 14 APPUNTAMENTI 

CONTATTA LO STAFF

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

VUOI AFFITTARE UN CAMPO?

IMMAGINI DAI CAMPI